IL PROBLEMA DELLA MORTE. COME VINCERE LA PAURA DELLA MORTE

 Quattro problemi saranno risolti  nei prossimi due secoli:
1)- il problema dei possedimenti territoriali…
2)- il problema del sesso…
3)- il problema ebraico…
4)- Il problema della morte, che in realtà è quello della relazione fra soggettivo e oggettivo, tangibile e inafferrabile, vita e forma.
Sarà risolto nel dominio della psicologia col riconoscimento scientifico della vera natura dell’individuo come anima e personalità.
Ed ancora: “ se le società e le organizzazioni connesse al movimento spiritico e i gruppi di ricerca psichica cercassero e trovassero le persone naturalmente sensibili ( e non i medium da “trance”) e quelli che per natura sono chiaroudenti e chiaroveggenti, per studiarne le aperture, le parole, le reazioni e i modi di lavorare, scoprirebbero molte cose circa alcuni poteri normali e naturali dell’uomo , rimasti assopiti finchè l’obiettivo era lo sviluppo della mente, e che l’umanità condivide con due grandi gruppi di vite: la Gerarchia e il regno Animale. Riflettete su questo. Se quindi esse si concentrassero sugli psichici intelligenti e mentali, ed  eliminassero tutte le condizioni di “trance”, in breve la rivelazione verrebbe.
La “trance” è indesiderabile perché separa il medium dall’anima e lo relega precisamente  nel dominio delle forze negative, incontrollate e materiali. Ma le forze
della  materialità tenteranno di impedire questo sviluppo, perché quando si capirà con intelligenza il mondo di là dal velo, non ci sarà paura della morte, e sparirà l’aspetto principale  del loro potere e della loro presa sul genere umano.

Brani tratti da “Il destino delle Nazioni” di Alice Bailey – ed. nuova era

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.